sabato 12 gennaio 2013

Come nasce un fiocco di neve


Nelle nubi “fredde” ovvero quelle immerse in un ambiente atmosferico a temperatura sotto 0 °C, alcune impurità (nuclei di congelamento) hanno la proprietà di coagulare di sé il vapore acqueo  presente nell’atmosfera trasformandosi in microscopici germi di ghiaccio.
È così nato il cristallo di neve, l’embrione del futuro fiocco di neve.
Nello strato di nube posto  a temperature tra -10 °C e 0°C  (posto in media in inverno, alle nostre latitudini tra 1000 e 2500 metri) vi è invece la massima concentrazione di gocce liquide le quali, nonostante la temperatura sia sotto zero, non congelano (fenomeno della sopraffusione).
Però i cristalli tendono a catturare e a congelare su di sé le goccioline liquide, trasformandosi così in un fiocco di neve.

(tratto da meteogiuliacci.it)